“Apogeo” Pigato Cascina delle Terre Rosse 2013

Apogeo - Cascina Terre RosseLa provinciale 45 percorre l’altopiano delle Mànie alle spalle di Finale Ligure, costeggiando dall’alto il mare turchese. In un contesto paesaggisticamente assai gradevole, a metà della strada diretta a Noli, nascosta in mezzo a boschi di macchia mediterrranea trova ubicazione la Cascina delle Terre Rosse, da noi visitata di persona lo scorso dicembre. Curiosi di indagare le ragioni della crescente reputazione che l’azienda di Vladimiro Galluzzo sta guadagnando nel panorama vitivinicolo non soltanto locale, ne acquistammo essenzialmente 3 prodotti: i due Riviera Ligure di Ponente Vermentino 2013 e Pigato 2013, e la bottiglia che oggi andremo a descrivere, l’Apogeo Pigato 2013. Realizzato con uve prelevate dai vigneti ubicati nella parte più alta della proprietà (un ristretto anfiteatro dal colpo d’occhio assai suggestivo), ai quali deve il proprio nome, le stesse vengono fatte macerare sulle bucce per 24/36 ore prima di maturare in vasche d’acciaio; una quota pari al 30% viene però affinata in piccole botti di rovere per 6/10 mesi.

Ci è sembrato così:

Aspetto – Paglierino abbastanza scarico.
Olfatto – Sufficientemente intenso e discretamente minerale, presenta sensazioni primarie dolci e quasi ammandorlate, a bilanciare una freschezza delicatamente affilata. Nell’allungo compaiono franchi sentori d’erba salvia  e mentuccia.
Gusto & Struttura – Immediatamente ampio e gustoso, appare sostenuto da un’acidità intensa e tuttavia smussata dalla dolcezza del frutto. L’espansione in bocca è di ragguardevole dinamismo, giocata su toni d’erbe fini abbastanza fedeli all’olfatto. Il finale è di quelli assai tenaci, e non interrompe ma prolunga la piacevole tensione della boccata.
Gradimento (82.5/100) – Esempio magistrale di equilibrio, la piccola quota affinata in rovere appare ben dosata e non copre dettagli e sapidità; la dolcezza del frutto sembra bilanciare di fatto le componenti più dure offrendo l’opportunità di bere una bottiglia piuttosto distante dai cosiddetti bianchi ben fatti ma senza personalità.

Uvaggio: Pigato (100%)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in +HIT, Vino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...