Cirò Rosso Classico Librandi 2013

Cirò_Rosso_Classico_Librandi_2013Non sempre si rende necessario recarsi di persona presso le aziende vitivinicole allo scopo di procurarsi bottiglie decenti da presentare in tavola; e nemmeno occorre talvolta procedere ad avventurosi acquisti on-line (lo facciamo spesso anche noi, non intendiamo disprezzare un mezzo assai utile per accedere a prodotti eccellenti troppo spesso irreperibili). Dei buoni punti di riferimento, un po’ di pazienza e il fermo proposito di accostarsi a vini sempre meno dozzinali e sempre più espressione autentica di territori e varietà, sono gli ingredienti che ci consentono di scoprire come, anche tra gli scaffali della grande distribuzione, si nascondano talora, soverchiati da quantità  impressionanti di offerte rivolte più che altro a consumatori distratti e facilmente “accontentabili”, esemplari interessanti come quello che andremo ad assaggiare. Si tratta del Cirò Rosso Classico della nota azienda Librandi di Cirò Marina, proveniente per la verità da vigne distribuite anche nei territori di Cirò, Crucoli e Melissa, e realizzato attraverso la vinificazione e l’affinamento in acciaio del tipico vitigno Gaglioppo. Qualche mese in bottiglia precede la distribuzione in larga scala, in grado di raggiungere anche noi così distanti dalle splendide terre calabresi.

Ci è sembrato così:

Aspetto – Rubino brillante, non troppo carico.
Olfatto – Fragrante e salato, acciugoso, di buona intensità, con sentori d’erbe da cucina e di macchia mediterranea.
Gusto & Struttura – Ingresso verosimilmente caratterizzato dal contrasto tra un frutto dolcissimo e la sensazione sapido-acciugosa dell’olfatto; la progressione non apporta mutamenti, le sensazioni restano costanti, peculiarmente contrastate, con sentori di pinziomonio ed erbe da cucina; tannino fine, e chiusura altrettanto costante ma in compenso assai prolungata.
Gradimento (78,5/100) – Vino fortemente peculiare a al contempo gradevole, giocato sul contrasto tra frutto e mineralità; molto franche le sensazioni primarie, forse gli si potrebbe domandare un pizzico di articolazione in più, ma nel complesso risulta molto interessante, anche se un po’ “stancante” (a voler proprio parlare di difetti).

Vitigno: Gaglioppo (100%).

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Vino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...