Olio “L’Orciaia” Sàgona

Sàgona è un’azienda, pardon, un luogo, situato alle pendici del Pratomagno in provincia di Arezzo.A Sàgona la terra comanda mentre l’uomo obbedisce”, sembrerebbe recitare un antico adagio locale, laddove infatti l’approccio alla produzione della piccola realtà di Loro Ciuffenna trova riscontro puntuale nel medesimo spirito che anima l’annuale kermesse La terra Trema di Milano, che ci ha portato a conoscerli nel 2015. Sebbene assai lontano dalle tranquille lande ubicate nella valle incisa dal Borro di San Clemente, a 500 metri d’altitudine, l’intento della succitata manifestazione metropolitana  resta quello di proporre un’agricoltura alternativa, ispirata al principio di un rapporto autentico e sostenibile tra lavoro agricolo e territorio. A beneficiarne, quando il binomio ben si coniuga, sono come sempre i sensi di chi sa (e intende) ascoltare.

In un contesto agricolo famigliare caratterizzato da terrazzamenti sorretti da muri a secco, dove “il silenzio è interrotto di tanto in tanto dal grido della poiana o dal rumore lontano di una motosega“, a partire da un piccolo patrimonio di millecinquecento piante di ulivo si ricava un olio che è il risultato di lavorazioni “spesso difficoltose ma ripagate dalla bellezza del paesaggio“, frutto di “potature rispettose, terreni inerbiti, concimazioni organiche, due o tre sfalci d’erba” (il virgolettato è tratto dal sito aziendale).

La gamma degli oli proposti prevede due versioni monocultivar, rispettivamente Moraiolo e Leccino, cui si affianca L’orciaia, ottenuto da un blend delle due precedenti con l’aggiunta della varietà Frantoio (la più classica – ed efficace – delle miscele toscane).

L’olio che abbiamo assaggiato in questi giorni, raccolto 2017, rappresenta invero proprio la declinazione a nostro avviso perfetta di quello stile toscano che tanto ci aggrada e che preferiamo, caratterizzato da fragranze fruttate e da un gusto deciso con sfumature quasi piccanti, impreziosito nel presente caso da una morbidezza che gli conferisce una rotondità stuzzicante dai risvolti aromatici tendenzialmente erbacei.

Restiamo del parere che proprio la Toscana costituisca Terra d’elezione dei migliori prodotti olivicoli nazionali (e pertanto, ammettiamolo, anche di quelli internazionali), e non temiamo dunque di affermare che l’aretino Sàgona sia riuscito a insidiare da presso anche il trono che spetta alle bottiglie solitamente provenienti dal comprensorio di Reggello, per lungo tempo incontrastato collettore della nostra grande stima.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Olio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...