Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore “Capovolto” La Marca di San Michele 2014

verdicchio_jesi_capovolto_noannoNon acquistiamo vino. Per i bianchi da invecchiamento classica vinificazione in bianco senza macerazione sulle bucce. Uve intere in pressa. Pied de cuve e fermentazioni spontanee in vasche di acciaio inox o botti di legno grandi (no barriques)“. Il manifesto programmatico dal taglio telegrafico che riassume le intenzioni della società agricola Marca di San Michele in Cupramontana, provincia di Ancona, risulta interessante a prima lettura. Ispirata a criteri di produzione biologici (non a caso l’abbiamo conosciuta presso la manifestazione La terra Trema di Milano), l’azienda coltiva 10 ettari di vigneti (oltre a 2 di uliveti) dei quali si serve per la realizzazione di bottiglie certificate bio come il presente Capovolto: un bianco ottenuto da uve 100% Verdicchio di proprietà, allevate in collina su terreni calcarei e argilosi un tempo fondali del mare Adriatico, raccolte a mano e fatte fermentare in vasche d’acciaio, quindi lasciate maturare sulle proprie fecce (“sur lie“) per un periodo di sei mesi.

Ci è sembrato così:

Aspetto – Paglierino quasi dorato, con riflessi verdognoli.
Olfatto – Fresco, fragrante ed aromatico, con nette sensazioni di timo ed erba salvia frammiste a sentori floreali; frutto ben disteso e dolce sullo sfondo, miscelato a sensazioni ammandorlate.
Gusto & Struttura – Sapido, di buona tenuta acida, agrumato con rimandi di erbe aromatiche in centro bocca, laddove si espande in presenza e spessore, esprimendo al meglio fragranze e trama tattile; la chiusura è un crescendo di salinità assai ben bilanciata dalla progressione di un frutto dai ricordi di mandorla e forse anche mela; in fondo alla boccata spiccano sensazioni d’uva passa.
Gradimento (79/100) – Spessore, potenza e un ampio ventaglio espressivo ne rappresentano i punti di forza, da unirsi a un pregevole equilibrio fra nerbo acido-sapido e frutto maturo dai tratti vagamente canditi; nell’amalgama nessuna componente prevale, e la boccata riesce golosa e beverina, anche se non troppo snella.

Uvaggio: Verdicchio (100%)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Vino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...